Imprese News - Il portale delle PMI

Logo Impresa News
Attualità

Il calcio sotto la lente della Guardia di Finanza

Immagine dell'articolo

Ipotesi di reato evasione fiscale, riciclaggio, associazione per delinquere e fatture false

Nuovi problemi per il mondo del calcio dopo gli scandali sul calcioscommesse.

Adesso  la Guardia di Finanza vuole acquisire i contratti tra calciatori, procuratori dei giocatori e società  perquisendo le sedi di ben 41 società, comprese quelle di serie A e di serie B, alla ricerca di prove che confermino l’ipotesi di evasione fiscale, riciclaggio, associazione per delinquere e fatture false

L’inchiesta  cominciata un anno fa a Napoli, quado  la Guardia di Finanza  ha acquisito alcuni contratti tra i calciatori e la società di De Laurentiis, si è allargata a ben 41 società di serie A e B e dei campionati minori.

 

Sotto indagine 41  squadre di calcio di serie A, B e serie minori tra le quali  anche Juventus, Inter, Milan e Napoli. Diciotto i club di serie A (alcuni dei quali retrocessi alla fine della stagione scorsa): Chievo, Milan, Inter, Siena, Roma, Fiorentina, Atalanta, Pescara, Genoa, Juventus, Torino, Parma, Lazio, Napoli, Udinese, Sampdoria, Palermo e Catania. Undici le società di serie B: Cesena, Bari, Livorno, Brescia, Reggina, Crotone, Juve Stabia, Spezia, Ternana, Grosseto e Vicenza. Gli altri dodici club coinvolti sono: Gubbio, Benevento, Portogruaro, Andria Bat, Lecce e Albinoleffe (Lega Pro – prima divisione); Mantova e Lecco (Lega Pro – seconda divisione); Foggia (terza categoria); Cosenza (serie D, in fallimento); Piacenza e Triestina (radiate dalla Federcalcio). Nell’inchiesta coinvolte  anche alcune società straniere di cui non sono stati resi noti i nomi.

 

Attualità | di Melissa Ricci | 14/05/2018



COMMENTI
Nessun commento presente